Corso di Orientamento

(2 recensioni dei clienti)

60,00

Vuoi provare gratuitamente una lezione del corso? Clicca qui!

Ti capita di non essere sicuro del percorso durante un’escursione in montagna?

Hai mappa, bussola e GPS, ma non li sfrutti al massimo?

Segui il Corso di Orientamento in natura di Avventurosamente.it e impara a orientarti in montagna seguendo i segnali forniti dalla natura e gli strumenti creati dall’essere umano.

Vuoi regalare questo corso a una persona speciale? Clicca qui

Descrizione

Novità: PROVA GRATUITAMENTE una lezione del corso: clicca qui per accedere alla lezione 4.1, intitolata “Che cos’è l’orientamento naturale”.
L’orientamento naturale si basa sul conoscere, osservare e interpretare i fenomeni naturali e il territorio. È utile per orientarsi anche senza strumenti, ma soprattutto per relazionarci con la natura in modo più gratificante.
Clicca qui per accedere gratuitamente alla lezione di prova!

Video di introduzione al corso

 

È capitato a tutti, almeno una volta. Un bivio lungo il sentiero di montagna: quale direzione scegliere?

Oppure: “sono due ore di camminata”. Ma dopo tre ore ancora non siamo arrivati: avremo sbagliato?

Seguire ciecamente il GPS non è la soluzione: innanzitutto anche il GPS può darci dati errati, può rompersi, può perdersi; ma soprattutto affidarsi al GPS spegne quella parte di cervello che invece osserva la natura con attenzione, cercando gli indizi che ci fanno capire verso dove dobbiamo muoverci; e in fondo stare in natura è il motivo per cui andiamo a fare escursioni.

Il Corso di Orientamento in natura di Avventurosamente ha proprio questo obiettivo: riaccendere l’interesse verso il percorso, verso il nostro esistere e muoverci in natura, usando il sole, gli alberi, le pozzanghere, ma anche sfruttando con consapevolezza gli strumenti inventati dall’ingegno umano, a partire dalla bussola per passare alla mappa, al coordinatometro, al contapassi, al ricevitore GPS.


La triangolazione è una tecnica usata per trovare la propria posizione sulla mappa

Il corso di Orientamento in ambienti naturali, soprattutto in montagna, prodotto da Avventurosamente.it è uno strumento di formazione unico nel suo genere:

  • Parte dalla conoscenza dell’uomo, svelando da cosa dipende la nostra capacità di orientarci e come puoi svilupparla.
  • Mostra i fenomeni naturali da cui dipende il nostro orientamento sulla Terra, perché solo conoscendo la natura potrai imparare veramente a orientarti in territori e ambienti naturali come la montagna.
  • Analizza nel dettaglio con lezioni teoriche e pratiche i tre modi principali che l’uomo ha per orientarsi, ovvero servendosi della propria mente e della natura, utilizzando carta e bussola e sfruttando i sistemi di posizionamento satellitare. Questo perché per orientarti nel migliore dei modi è importante conoscere almeno le basi dell’orientamento naturale e imparare a usare sia carta e bussola che il GPS, ovvero uno strumento non esclude l’altro ma sono tutti utili allo scopo di orientarti.

Se ti muovi in ambienti naturali, con qualsiasi mezzo e per qualsiasi motivo, di svago o professionale, dedica del tempo a una formazione completa sull’orientamento in natura. La conoscenza e la pratica dell’orientamento sono il passaporto per vivere e muoversi liberamente e in sicurezza in natura.


A cosa servono quelle piccole sfere sullo spallaccio dello zaino?

Con questo corso di orientamento in natura potrai sicuramente migliorare il tuo senso dell’orientamento nelle pratiche outdoor e anche nella vita quotidiana ristabilendo le capacità di osservazione e di riflessione che sempre più spesso trascuriamo. Imparerai anche come sviluppare la tua innata abilità nell’interpretare i segni della natura, abilità inibita dalla sovrabbondanza di tecnologia a disposizione. Mi auguro che questo corso possa aiutarti anche a recuperare l’ancestrale connessione con la natura fatta di rispetto, osservazione, conoscenza e interpretazione dei fenomeni naturali e della montagna. Un legame che a mio avviso è possibile raggiungere solo interagendo con l’ambiente con umiltà e curiosità.


La bussola serve a molto più che indicare il nord. Hai mai sentito parlare della marcia all’azimut?

Come si svolge

Il corso di orientamento in natura è fruibile dalla piattaforma di e-learning direttamente su questo sito e comprende 33 video lezioni teoriche e pratiche per un totale di 16 ore di formazione organizzate nei 7 argomenti descritti nel programma. Una volta iscritto riceverai una mail con i link per accedere ai video e ai materiali del corso e potrai seguire il corso alle velocità che vorrai, non ci sono limiti di tempo e il link rimane valido anche dopo aver visionato tutto il corso.

Sono compresi nel corso anche circa 200  slide per il ripasso degli argomenti trattati e diversi materiali stampabili come grafici, mappe stellari, promemoria ed esempi di calcoli effettuati. Inoltre al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione nominativo. Per assistenza e dubbi puoi utilizzare una sezione del forum di Avventurosamente.it dedicata agli iscritti ai nostri corsi o contattarci direttamente.


L’altimetro ti può aiutare a sapere dove sei, ma anche a fare previsioni del tempo!

Aggiungi al carrello

Programma del Corso di Orientamento in natura

  • Vediamo cos’è l’orientamento e da cosa dipende la nostra capacità di orientarci, analizzando anche le differenze tra uomo e donna, e in che modo puoi migliorare il tuo senso dell’orientamento.
  • Ripercorriamo le tappe che hanno segnato nel corso della storia dell’uomo i diversi modi di orientarci, dalla preistoria fino ai giorni nostri. Parliamo del periodo in cui si navigava a vista o mediante gli astri, della navigazione stimata, delle imprese in materia di orientamento dei popoli antichi, delle più grandi scoperte e invenzioni nel campo dell’orientamento. Facciamo questo interessante excursus storico per cultura sull’argomento ma anche per comprendere se e in che modo le conoscenze del passato ci possono ancora essere utili.
  • Analizziamo i principali fenomeni naturali su cui basiamo il nostro orientamento sulla Terra per gettare le basi teoriche utili a interpretare correttamente questi fenomeni e a comprendere il funzionamento degli strumenti ideati dall’uomo come la cartografia, la bussola e il GPS. Ovvero parliamo in dettaglio dei movimenti che la Terra compie nello spazio perché da questi movimenti, e dalle loro conseguenze derivano tutte le tecniche di orientamento che utilizziamo.
  • Vediamo cos’è, come si crea e si utilizza una mappa mentale e come si effettua la navigazione per punti di riferimento. vediamo in che modo la natura ci offre continuamente indizi e riferimenti per orientarci e orientare la nostra mappa mentale mediante l’osservazione e interpretazione della montagna, del territorio, delle piante, del Sole, del vento, delle stelle e della Luna, vedendo nella pratica come tutti questi elementi naturali sono utili ai fini dell’orientamento.
  • Poi analizziamo la teoria e la pratica degli strumenti e delle tecniche di orientamento con la carta topografica, imparando nella pratica a leggere e utilizzare una carta e le sue coordinate geografiche e chilometriche UTM e MGRS, a utilizzare la bussola, il coordinatometro, l’altimetro, a progettare un percorso con la carta e a navigarlo sul territorio, a triangolare la propria posizione, a effettuare la navigazione stimata o marcia all’azimut.
  • Vediamo la teoria e la pratica della navigazione satellitare analizzando i pregi ma anche i limiti di questa tecnologia, perché solo conoscendone i limiti riusciamo a sfruttarla correttamente a nostro vantaggio. Vediamo le tipologie e le caratteristiche di apparati GPS e come sceglierlo in base alle proprie esigenze e attività tra GPS palmari, sportwatch e smartphone. Andiamo nel dettaglio delle singole funzioni e dell’utilizzo sul campo del GPS mostrando nella pratica le diverse tecniche di navigazione possibili con il GPS e anche in accoppiata con la carta topografica cartacea. Vediamo l’utilizzo corretto di traccepunti e rotte e come ci posso aiutare nell’orientamento, oltre che come importarle o esportarle nel GPS. Parleremo delle varie tipologie di mappe per GPS e daremo indicazioni pratiche sul modo migliore di caricare le OpenStreetMap topografiche sul GPS, tra le migliori mappe gratuite disponibili. Vediamo l’utilizzo di base dei migliori software cartografici gratuiti da usare a casa in accoppiata con il GPS, come Google Earth, BaseCamp, QMapShack, ma anche le principali applicazioni per smartphone che sfruttano il GPS integrato dei nostri telefoni cellulari, in modo particolare l’app gratuita OsmAnd.
  • Infine parliamo del perdersi, cosa significa realmente, quali sono le principali cause di smarrimento e come evitarle.


Il GPS è uno strumento straordinario, ma va usato con cautela e consapevolezza

L’autore e i formatori del corso

Andrea De Benedictis

Andrea De Benedictis: autore del corso e formatore per la parte di orientamento naturale e di navigazione satellitare. Fondatore di Avventurosamente.it ed esperto di tecniche di orientamento.

 

 

Marco CardilloMarco Cardillo: formatore del corso per la parte di strumenti e tecniche di orientamento con la carta topografica. Conosciuto in ambiente outdoor come Iacco, già formatore in materia di orientamento.

 

 

 

Aggiungi al carrello

Come è nato il corso di orientamento in natura?

Abbiamo iniziato a progettare il corso a novembre 2020. Da sempre la formazione è alla base delle attività di Avventurosamente, ma volevamo creare un’offerta più strutturata, ampia, progettata con cura. Realizzare il Corso di Orientamento ha richiesto più di un anno di lavoro.

–LA PROGETTAZIONE–
Prima di tutto ci siamo messi a tavolino e abbiamo iniziato a pensare ai possibili corsi da realizzare. Quasi subito abbiamo deciso che il corso migliore da cui partire sarebbe stato quello di Orientamento.

Un po’ come quando si progetta un percorso in montagna, abbiamo pensato alle varie fasi del lavoro. Quanto tempo ci avremmo messo a scrivere il corso di orientamento in montagna? Come avremmo organizzato le lezioni? Quante giornate di riprese sarebbero state necessarie? Quali attrezzature avremmo dovuto comprare?
Come spesso accade, siamo stati all’inizio un po’ troppo ottimisti: pensavamo di riuscire a fare tutto nel giro di 4-5 mesi. Alla fine, come detto, è stato necessario più di un anno di lavoro.

–LA SCRITTURA–
Andrea ha quindi iniziato a scrivere il corso. Questa è ovviamente la parte più importante e delicata del lavoro. Abbiamo voluto scrivere un corso accessibile a tutti, senza richiedere particolari conoscenze pregresse, ma allo stesso approfondito e curato.

Abbiamo centinaia di pagine come questa che vedi, marcate diversamente a seconda delle indicazioni per le riprese e il montaggio.

–LE RIPRESE–
Fare le riprese ha richiesto una accurata programmazione delle giornate. A ogni “scena” è stato assegnato un codice (ad esempio 4-010-A050) per poter tenere traccia correttamente dei file audio e video.

Abbiamo voluto girare quasi tutte le scene in ambienti naturali: da una parte questa è stata per noi una “scusa” per fare delle escursioni insieme; dall’altra però girare in natura ha voluto dire adattarci a ciò che trovavamo: alle condizioni meteorologiche (troppo vento rende impossibile registrare l’audio), agli animali (una volta abbiamo dovuto interrompere le riprese a causa di due cavalli un po’ troppo curiosi) o ad altri frequentatori di ambienti naturali (un’altra volta abbiamo perso un’ora a causa di un elicottero della polizia che stava facendo esercitazioni proprio nella zona montuosa dove stavamo facendo le riprese).

–IL MONTAGGIO DEI VIDEO–
Alla fine delle riprese avevamo un centinaio di ore di video e audio, che occupavano parecchie centinaia di Gigabyte. Non sempre una scena veniva bene al primo colpo, anzi. Per questo abbiamo dovuto analizzare tutto questo materiale, scegliere le scene migliori, e montarle, un lavoro che ha richiesto centinaia di ore davanti al pc.

–LA REALIZZAZIONE DEL SITO–
Infine abbiamo realizzato il sito su cui stai navigando, abbiamo acquistato e impostato correttamente i plugin necessari, testato le procedure di acquisto eccetera.

Un lavoro lungo, che ci ha permesso però di offrirvi ora questo Corso di Orientamento in natura. Fateci sapere che cosa ne pensate!

Novità: PROVA GRATUITAMENTE una lezione del corso: clicca qui per accedere alla lezione 4.1, intitolata “Che cos’è l’orientamento naturale”.
L’orientamento naturale si basa sul conoscere, osservare e interpretare i fenomeni naturali e il territorio. È utile per orientarsi anche senza strumenti, ma soprattutto per relazionarci con la natura in modo più gratificante.
Clicca qui per accedere gratuitamente alla lezione di prova!

Aggiungi al carrello

 

2 recensioni per Corso di Orientamento

  1. Alessandro (proprietario verificato)

    Ho acquistato il corso e ne ho seguito per ora una buona parte, non tutto. Sono impressionato dalla vastità e dalla completezza del materiale, unita ad un’ottima qualità dei video e ad un prezzo più che accessibile.
    Direi molto soddisfatto!

  2. Livio Astorino (proprietario verificato)

    Un must have per tutti i seri appassionati della vita all’aria aperta.
    Da acquistare subito, senza pensarci due volte.

    Cosa rende questo corso una figata pazzesca?

    È COMPLETO.
    Contiene tutto il necessario per crearsi una piccola (ma non così piccola alla fine!) cultura sugli argomenti dell’orientamento, della topografia e dei ricevitori GPS.

    È APPROFONDITO.
    In 16 ore di lezione ogni argomento è trattato con un buon livello di dettaglio. È inoltre disponibile del materiale didattico aggiuntivo scaricabile dal sito.

    È CHIARO.
    I docenti Andrea e Marco espongono in maniera chiara e comprensibile, con un linguaggio adeguato al tipo di argomento trattato.

    È BEN FRUIBILE.
    Il corso è diviso in vari macro argomenti ciascuno dei quali si compone di più “capitoli”. Ogni capitolo è facilmente individuabile dal menù e può essere visionato separatamente. Una volta acquistato, il corso rimane disponibile nella propria area personale del sito e ogni lezione può essere riguardata quante volte si vuole, senza limiti di tempo.

    È PROFESSIONALE.
    I docenti sono preparati, i contenuti sono ben scritti, ben spiegati e trattati in maniera scientifica, la qualità del video, dell’audio e del montaggio delle lezioni è più che adeguata. L’interfaccia del sito è intuitiva e semplice da utilizzare.

    È ECONOMICO.
    Il prezzo è, a mio avviso, inferiore alla media di mercato.

    LA MIA RECENSIONE.
    Per questo prezzo? Un corso da acquistare, punto e basta.
    Perchè ho parlato di “seri appassionati”? Perchè la topografia non è un argomento banale, richiede studio e pratica sul campo.
    D’altra parte, conoscerla vi permetterà di accrescere notevolmente il vostro livello di competenza outdoor, di assumere maggiore consapevolezza dell’ambiente che vi circonda, di esplorare con sicurezza nuovi territori invece di limitarvi al solito giretto che fanno tutti.
    Alcuni passaggi del corso potranno risultare ostici per chi non ha una formazione scientifica o non è abituato ad avere a che fare con concetti di matematica o di geometria ma questo non è dovuto alla qualità delle spiegazioni quanto alla complessità intrinseca della materia.
    Per fortuna le lezioni rimangono a disposizione e posso essere visionate più e più volte; alla fine, con un po’ di impegno, tutto risulterà chiaro.
    In aggiunta a questo è disponibile una sezione specifica del forum dove poter chiedere maggiori spiegazioni in caso di difficoltà.
    Cosa si può desiderare di più?
    Un coordinatometro di Avventurosamente direi! Disponibile sul sito.
    Lasciate perdere l’ennesimo oggetto inutile che avete nella lista desideri e fatevi un regalo alternativo: i soldi spesi per la formazione di qualità sono sempre ben spesi.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti potrebbe interessare…